Home page
Informazioni utili
Dove siamo
Chi siamo
Contatti


Nel tentativo di tenere integra la tradizione delle lavorazioni artigianali manuali, che un tempo venivano effettuate .......continua


Territorio
La cartina
La storia
Le vecchie carceri
Le Chiese
Mostre e Musei
Feste e Sagre
Costume sardo
Cinema



Archeologia
Una serie di elementi archeologici hanno lasciato sul territorio, un bel complesso nuragico, con nuraghi, villaggi....continua


Nuraghi
Domus de Janas
Menhirs
Tombe dei Giganti
Torri
Reperti sub



Potete gustare i piatti con vari prodotti della campagna oltre a quelli del mare.........continua

Cena in Agriturismo
Prodotti tipici
I primi
I secondi
I dolci
I vini


 

Flora

Castiadas non è solo mare, oltre a chilometri di incantevoli coste, c'è un patrimonio ambientale ancora incontaminato, tanto da guadagnarsi il palmares come tra i tre Comuni d'Italia, dove la vegetazione esistente è rimasta vergine come madre natura ha creato.
L'isolamento per la flora, in questo territorio è stato un fattore determinante, infatti si sono conservate intatte alcune specie vegetali molto antiche, che in altre zone d'Italia si sono estinte.
Dalla catena montuosa dei Sette Fratelli (futuro parco regionale), passando per le località di S'acqua Callenti, Minni Minni, fino ad arrivare alle coste marine in località Sa Callazziga, con il candore delle rocce lavorate dal vento e dalle piogge, integrate dal verde tipico della macchia mediterranea, che resta comunque la formazione vegetale più ricca, estesa e vigorosa.
Come tutti sanno la flora Sarda è ricca di endemismi (circa 200), cioè di specie che crescono solo nella nostra isola ed in Corsica, molte appartengono a gruppi dei relitti cioè si sono conservate grazie all'isolamento.
Tra queste troviamo il fiordaliso spinoso, la peonia, il cardo, i ciclamini e il limonium oltre ai numerosi "gigli bianchi" che nascono nelle dune di Cala Pira e Cala Sinzias (fiori in via di estinzione e pertanto protetti), consigliando a tutti i turisti di non coglierli come souvenir, eviterebbero l'estinzione della specie oltre che alle multe salate.
La macchia alta locale presente è composta da ginepri, corbezzoli, olivastri, lentischi, carrubi, mirti, cisti sparsi in tutto il territorio castiadese, dando l'impressione che il tempo qua si sia fermato per il suo modo di essere, per la sua bellezza naturale non ancora modificata dall'uomo.
Esiste poi una macchia mediterranea impoverita, con arbusti più bassi, che comprendono varie specie come rosmarino, erica, timo, oleandri, ginestra, salvia ecc.
Queste meravigliose foreste, meta abituale di numerosi turisti, non mancheranno di stupirvi, sono composte da numerosi alberi di alto fusto come i lecci, querce, sugherette, pini marittimi, per nostra fortuna, sfuggiti alla mano dell'uomo.
Dalla punta più elevata in località Minni Minni, raggiungibile tramite visite guidate, in muntenbaike e a piedi, è possibile vedere l'intero territorio di Castiadas e una buona parte delle coste di Villasimius.

 

 


Il movimento turistico verso la Sardegna ha iniziato a svilupparsi negli anni 50, quando vennero realizzale le prime strutture ricettive su alcune località marine .........continua


Hotel
Agriturismi
B&B
Camping
Ristoranti
Bar Pizzerie
Chioschi e Bar
Shopping e Svago



Sport e natura
Un autentico paradiso: dai fondali ricoperti da fitte praterie di posidonia .....continua


Spiagge
Attività sportive
Monte Sette Fratelli
Flora
Fauna
Le sorgenti


Trekking
Tra i tanti percorsi escursionistici che offre la foresta, uno de i più consigliati........continua


Escursioni in fuoristrada
Escursioni in barca
Tour della costa
Altre escursioni
Il Trenino Verde
La cartina


 
Home page
Informazioni utili
Dove siamo
Chi siamo
Contatti
© Castiadasonline.it Tutti i diritti sono riservati